Licenziamento ad nutum

Licenziamento ad nutum

Il Codice Civile consente a ciascuno dei contraenti di recedere dal contratto di lavoro a tempo indeterminato, senza dover fornire alcuna motivazione (ad nutum).

L’unico vincolo è il dovuto preavviso. In seguito alle modifiche introdotte dalla L. n. 108/1990, il datore di lavoro è libero di licenziare il lavoratore senza comunicare la decisione per iscritto e senza motivarla (Art. 2118 c.c.), solo in nei confronti di particolari categorie:

- lavoratori domestici;
- coloro che hanno raggiunto l’età pensionabile;
- lavoratori assunti in prova;
- i dirigenti.

 
 
 
 
 

Articoli

 

Ti Piace vetrine